Sei in Home > Ente parco > In primo piano > Dai banchi di scuola un aiuto concreto per il recupero e la valorizzazione del paesaggio agro-pastorale del Parco Nazionale della Majella

Dai banchi di scuola un aiuto concreto per il recupero e la valorizzazione del paesaggio agro-pastorale del Parco Nazionale della Majella

Il Parco Nazionale della Majella, in questi ultimi anni, nell’ambito del Progetto sul “Recupero e Valorizzazione del Paesaggio agro-pastorale del Parco”, ha svolto azioni di sensibilizzazione ma anche interventi diretti di recupero e conservazione delle capanne e dei muretti in pietra a secco, al fine di valorizzare la cultura del proprio territorio, come espressione del proprio paesaggio.

Realizzazione di sentieri escursionistici a tema, campi di volontariato per il restauro di complessi agro-pastorali, attività educative con le scuole sono alcune delle azioni principali che caratterizzano il Progetto. In questo contesto, è nato un percorso biennale di “alternanza scuola – lavoro” con le classi quarte e quinte dell’Istituto Tecnico Agrario “Cuppari” di Alanno (Pe) e la classe quarta dell’Istituto di Istruzione Superiore “Serpieri” di Avezzano, sede di Pratola Peligna (Aq), che vede coinvolti 90 studenti.

I ragazzi, seguiti dai tecnici dell’Ente Parco, nel corso del primo anno di attività hanno avuto modo di partecipare ed assistere, ad un insieme di proposte formative e di esperienze volte alla conoscenza del territorio dell’area protetta con approfondimenti di carattere storico, botanico, agronomico, geologico, faunistico e di promozione, oltre che di scambio con operatori di realtà locali.

Alle classi coinvolte è stata assegnata un’area, nota per la presenza di capanne e muretti in pietra a secco, dove poter attuare piccoli interventi di recupero e di valorizzazione.

Il percorso prosegue, e nel corso di questo secondo anno, ai ragazzi verrà data la possibilità concreta di sperimentarsi in alcune attività sul campo. Saranno impegnati nella messa a dimora di specie selvatiche, tra i muretti e le capanne in pietra a secco di Passo San Leonardo (Pacentro) e Pian delle Cappelle (Lettomanoppello), nella manutenzione dei sentieri delle capanne e nella posa in opera della segnaletica in legno.

Dichiara il Direttore Oremo Di Nino: “Le Convenzioni sottoscritte dal Parco con gli Istituti Agrari, rappresentano la volontà dell'Ente di condividere, attraverso una gestione attenta, continuata e partecipata, il valore paesaggistico e naturalistico del proprio territorio, che può rappresentare anche un volano economico e culturale. Ed i ragazzi rappresentano e realizzano al meglio, l'obiettivo di valorizzare e sensibilizzare la cultura del paesaggio agro-pastorale della Montagna Madre che rischia di perdersi nel tempo.”

Indietro
Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.